Flashback: PISA Half Marathon (Dec 2012)

E’ la prima gara. Ho iniziato a correre a fine agosto, ho interrotto i ritmi 10 giorni a novembre per la raccolta delle olive. Una volta terminata la raccolta ho deciso di provare a correre la mia prima mezza maratona. 21,097 km mai corsi prima.
Fino al 20 agosto gozzovigliavo seduto. Ora non più, o almeno non come prima. Internet aiuta a reperire informazioni.
Insomma provo la mezza. Corro 21 km di test due sabati prima della gara, chiusi in tranquillità @5.52. Non da minimo olimpico, ma mi accontento.
La partenza per Pisa è la mattina alle 4 da Grosseto, dove mi trovo per quel weekend. Parto da solo con un senso di nausea latente che non mi abbandona per tutto il viaggio. Magio qualcosa controvoglia, bevo qualcosa controvoglia.

Mi cambio, abbozzo un riscaldamento, ammiro Piazza dei Miracoli. Con la nausea.

Start, via. Scelgo di accodarmi ai Pacers di 1.45, mi pare abbiano un passo abbordabile. Reggo il passo fino al 10° km circa, la nausea c’è ma è sostenibile. Si svolta per tornare verso Pisa al km 11. Grossi fastidi.
Al km 14,5 devio nel campo, coperto da cespugli e alberi (credo acacie dalle spine che mi bucavano) e… lasciamo perdere. Avere solo foglie (umide) con cui “nettarsi” è il top, mi sembra d’essere tornato alle origini della vita (o ad uno dei Fantozzi). Vergogna.
Riparto e dopo poco (km 15,8) mi devo rifermare. Mi ritiro? Ormai manca poco meno di un terzo alla fine, cercherò di arrivare fino in fondo.
Ormai ho perso il gancio anche con i pacers delle 2 ore.
A 800 metri dall’arrivo, svoltando verso destra, il terremoto. Entro nella hall di un piccolo hotel, ho la pelle bianco-verdastra. Chiedo, a denti stretti e sudore freddo, di un bagno. Sono i 10 minuti peggiori dei miei ultimi 20 anni.
Ringrazio, esco, arrivo al traguardo. Medaglia al collo. Sono basito dall’esperienza. Sono provato, molto provato. Chiudo in 2.15.57 (il tracking è qui), arrivando poco prima del vincitore della maratona (JASON EKITELA LOKWATOM in 2.19.45). Il rientro in auto a casa non sarà dei migliori. Starò male tutto il giorno, con altre fughe.
Alla fine del malessere, ho perso 4 kg (prontamente recuperati i giorni successivi)

Il primo atto è stato pessimo, ma non mi ha fatto tornare indietro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...