Run-sogni per il 2015

Eccoci a parlare di run-sogni per il 2015 (a cui ho già accennato qui su runningforum), partendo dall’assunto che la distorsione presa a L’Eroica un mese e mezzo fa (qui) sia passata definitivamente in giudicato.

Insomma, per il 2015 mi aspetto un po’ più di trail e di allungare la durata/distanza delle gare. Per farlo ho intenzione di allenarmi a ritmi più lenti cercando di sviluppare maggiori capacità di ritmo in salita e in discesa.
Devo (dovrò) anche imparare a convivere con il brutto tempo. Attualmente tutte le volte che fuori piove me ne rimango in casa. L’idea è quella di farsi coraggio (o violenza) e qualche volta andare a correre anche con la pioggia. Naturalmente sono sprovvisto di materiale anche solo minimamente adeguato (per il freddo ok, ci sono, ma per l’acqua proprio no) e cercherò di procurarmelo senza “ferire” troppo il portafogli.

Quindi, dicevamo, i run-sogni per l’anno che a breve arriverà sono:

25 gennaio, Ronda Ghibellina (qui): un trail (mi pare proprio trail in questo video) di 44 km e D+ 2.200. Vorrei provarlo ed arrivare in fondo, quanto ce vo’ ce vo’, in una condizione fisica e psichica relativamente decente.

01 marzo, Terre di Siena Ultramarathon (qui): l’anno scorso ho fatto la versione corta (18 km da Monteriggioni a Siena) e a questo giro mi butterò sulla massima, 50 km non proprio pianeggianti ma neanche sconvolgenti da San Gimignano a Siena. Vale la pena per il paesaggio e soprattutto per l’arrivo in Piazza del Campo dopo l’ultimo km da Porta Camollia attraverso una buona parte del centro storico. Magnifico (se c’è il sole). Time limit a 5h 30m.

26 aprile, 100 km Valodorcia (qui): essere tra i finisher. Un’esperienza da fare con qualche amico. Fondo trail ma non troppissimo, 103 km e D+ 3.100… ma soprattutto la maggior parte del D+ è nella seconda metà, da Montalcino fino al rientro a Castiglion d’Orcia. Vale la pena per il paesaggio, fantastico, che attraversa. E’ bello comunque, con il sole (e allora è anche parecchio godibile) e con la pioggia. Vale la pena leggere i racconti di un magico runner senese, Michele Rosati, sulla 100 km Valdorcia e sulla Ronda Ghibellina.

Le idee per la seconda metà dell’anno sono ancora abbastanza fumose. Dipenderanno molto da come mi sentirò i giorni successivi alla Valdorcia.

I sogni non sempre si realizzano. Parto con il proposito di inanellarli tutti… se non ce la farò, verranno semplicemente traslati ma MAI abbandonati.

1 commento su “Run-sogni per il 2015”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...