Trail Valli Etrusche 2016 – 50 km D+ 2.700

Eccomi di nuovo. 20 marzo e terza puntata col trail in 60 giorni (e non finirà qui).
E’ la volta del Trail Valli Etrusche, 50 km e D+ 2.700, che a tratti si accavalla con il percorso di 20 giorni prima. Data la partenza alle 7.30 con consegna del pettorale entro le 6.10, la sveglia è alle 4.10.
Solita colazione veloce e leggera che integro una mezz’ora prima della partenza con una barretta di cereali.
Arrivo a Montecchio Vesponi e, preso il pettorale, mi riposo una ventina di minuti in macchina. Quindi vado in palestra a cambiarmi e ad incremarmi.
Palestra non grandissima e affollata di trailers che stanno smontando le loro brande. La notte devono averci dormito in parecchi. Continua a leggere Trail Valli Etrusche 2016 – 50 km D+ 2.700

Trail Città di Cortona 2016 – 43 km D+ 2.040

Data l’esperienza positiva della Ronda Ghibellina, a parte il ginocchio da cui comunque dopo 12 giorni ho tolto i punti, ho deciso di replicare con l’avventura Trail Città di Cortona, con 43 km e D+ 2.040.
L’arrivo a Cortona non è benaugurante, con una fitta pioggerella impalpabile e fastidiosa, con una temperatura comunque gradevole. Continua a leggere Trail Città di Cortona 2016 – 43 km D+ 2.040

Ronda Ghibellina 2016 – 44 km D+ 2.400

RONDA GHIBELLINA
La Ronda Ghibellina. Avrei voluto correrla già nel 2015 (e mi ci ero già iscritto), poi la fascite plantare fu un fulmine (forse cercato) e dovetti rinunciare. Fortunatamente gli organizzatori furono così gentili da posticiparmi l’intera quota all’anno successivo.
Eccomi dunque a 4 settimane dalla Ronda, con una bella tosse che non vuole passare e la riconferma dell’iscrizione già fatta. Dal 31 dicembre alla befana me ne sto fermo e rintanato, sperando che la tosse passi. E alla fine sembra passata. Continua a leggere Ronda Ghibellina 2016 – 44 km D+ 2.400

Ultra Trailer attempt n. 1

E’ tanto che non passo da queste pagine. L’ultimo post risale esattamente al 15 ottobre, pochi giorni dopo un solare Trail al Parco della Maremma.
Quello è stato l’evento che mi ha fatto pensare che il trail non è così male. Certo per il mio fisico fornito di caviglie (e giunture in genere) deboli e lasse, lascito di un po’ di anni di basket, non è il miglior sport. Se condiamo il tutto con una buona dose di “non devo essere mica il primo, e nemmeno il secondo, il terzo” e con un pizzico di “l’importante è divertirsi e non farsi male”, allora il trail diventa una soluzione accettabile. Continua a leggere Ultra Trailer attempt n. 1